mercoledì 12 novembre 2008

Bonazzoli e Fornaroli stendono un buon Empoli

GENOVA - Alla fine la spunta la Sampdoria. Ma quanto penare per i blucerchiati! Grazie al duo di coppa Bonazzoli-Fornaroli, i doriani sconfiggono a fatica un Empoli imbottito di giovani e accedono ai quarti della Tim Cup. Dessena si fa espellere nel primo tempo, Lodi accorcia nel secondo, Bassi para un rigore a Ziegler: al “Ferraris”, sotto gli occhi vispi dell’acclamato ex Francesco Flachi, le emozioni non sono mancate come del resto alcuni errori grossolani.

In campo - Dove può, Mazzari fa turn-over: dentro Mirante, Stankevicius e Ziegler sulle fasce, il redivivo Bonanni in cabina di regia, Dessena sul centro-sinistra, Bonazzoli e Fornaroli di punta. Baldini, invece, si affida alla linea verde: solo in difesa, davanti ad un ’85 (Bassi), ecco un ’86 (Kokoszka), un ’87 (Vinci) e due ’89 (Angella e l’ex blucerchiato Bianco). Una scelta ammirevole.

Si gioca - Piove, all’ombra della Lanterna, senza un giorno intero di tregua chissà ormai da quanto. L’orario del fischio d’inizio poi (19,30) non viene in contro ai botteghini: Sud a parte, Marassi è semideserto. Sotto l’acqua, dopo una prima mezz’ora ravvivata soltanto da qualche tentativo dalla distanza di Bonanni, il Doria va in vantaggio. È il bomber di coppa Bonazzoli ad aprire le marcature a porta sguarnita, approfittando di un gollonzesco batti e ribatti nell’area piccola empolese. La reazione rossa (il colore della divisa dei toscani) non tarda ad arrivare: ci pensa Vinci, al 35’, a mettere i brividi ad un Mirante già battuto, ma il suo destro termina la propria corsa sul palo più lontano. E qualche istante dopo termina la corsa di Daniele Dessena, che, ingenuo, si fa espellere (doppia ammonizione) per un gratuito fallo a metà-campo su Negrini. Con l’uomo in più, l’Empoli spinge e imperversa dalle parti di Mirante fino al minuto 44; poi Fornaroli si conquista un rigore di classe e lo trasforma di potenza: 2-0 all’intervallo.

Baldini si ripresenta con un Vannucchi e un Buscé in più nel motore segno che a perdere non ci sta. E infatti, al 61’, Lodi accorcia le distanze con un chirurgico sinistro dai venti metri. La gara si ravviva, anche per via dell’ingresso in campo di Antonio Cassano (in vece di un acerbo Fornaroli). Sono i blucerchiati allora ad avvicinarsi al tris: 75’, in area empolese Vinci trattiene Stankevicius, Tommasi fischia un altro rigore, dal dischetto batte Ziegler ma Bassi si tuffa alla propria sinistra e sventa in angolo. Sul capovolgimento di fronte (stile Lavezzi-Mannini a Napoli) Vannucchi crossa rasoterra: Buscé - libero di concludere a due passi dalla riga - spara, Mirante chiude porta e discorso-qualificazione non senza qualche affanno nel recupero.

La chiave - La dissennata espulsione di Dessena costringe i suoi ad un’ora in inferiorità numerica, a sprecare maggiori energie in vista del campionato e a soffrire fino alla fine. Non riesce ad approfittarne - ma solo per demeriti propri - un Empoli che con la B ha poco a che fare.

La chicca - El Tuna Fornaroli aspetta una chance, ce l’ha - finalmente - e non se la gioca granché bene tranne in chiusura di primo tempo quando, con stile, si beve Moro e viene atterrato da Angella. Poca roba in una serata grigia in tutto e per tutto.

Top&Flop - A Dessena consigliamo una Bonomelli, a Mazzarri di tenere in maggior considerazione un tipo tosto come Bonanni. I baby empolesi hanno ancora bisogno di tempo mentre Lodi è prontissimo per il grande salto.

Federico Berlingheri

Tabellino

Sampdoria-Empoli 2-1

Marcatori: 30’ Bonazzoli, 45’ Fornaroli (rig.), 61’ Lodi

Sampdoria (3-5-2): Mirante 6,5; Lucchini 5,5, Gastaldello 6, Accardi 6; Stankevicius 5,5, Delvecchio 6, Bonanni 6,5 (65’ Franceschini 6), Dessena 3, Ziegler 5,5; Bonazzoli 6 (79’ Pieri s.v.), Fornaroli 6 (62’ Cassano 6,5). All. Mazzarri 6

Empoli (4-2-3-1): Bassi 7; Vinci 6, Angella 5,5, Kokoszka 6, Bianco 6 (46’ Buscé 5,5); Marianini 6, Moro 6; Negrini 5,5, Lodi 6,5, Arcidiacono 5,5 (46’ Vannucchi 5,5); Corvia 5 (66’ Pasquato 5,5). All. Baldini 6,5

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa 6,5

Ammoniti: Dessena, Angella, Bianco, Lucchini, Negrini, Mirante

Espulso: Dessena al 35’


(Goal.com, 12 novembre 2008)

2 commenti:

Luckigno ha detto...

A mio avviso Fornaroli è davvero un ottimo giocatore...bene fa Mazzarri a rendergli il più morbido possibile l'impatto con la seria A. Nei prossimi anni sarà sicurmente uno dei protagonisti del nostro campionato.

Federico ha detto...

Ciao Luckigno,
finora (anche per l'esiguo spazio concessogli) ha potuto dimostrare poco e nulla, ed è difficile dare una valutazione sul suo conto. I numeri li ha, il fiuto del gol pure: bisogna aspettarlo e dargli fiducia. Io, nel mio piccolo, mi auguro che ciò che scrivi possa avverarsi...
A presto,
F.