lunedì 5 gennaio 2009

La letterina blucerchiata: che regalo vorresti per la Sampdoria 2009?

GENOVA - Campionato, Coppa Uefa, Coppa Italia. Malgrado l’avvio di stagione non sia stato dei più rosei, la Sampdoria si trova ancora in piena corsa su tutti i fronti. Col nuovo anno e la sessione invernale del calciomercato alle porte, mai come oggi dall’avvio dell’era-Garrone, la rosa blucerchiata necessita a metà campionato di alcuni importanti ritocchi, almeno un elemento per reparto. Vediamo dove e perché.

Cinque difensori sono pochi. Per una retroguardia a tre, che necessita di centrali puri, sarebbe opportuno avere un ricambio per ruolo; il Doria, con Accardi, Bottinelli, Campagnaro, Gastaldello e Lucchini non lo ha. E non si spiega il motivo visto che a gennaio 2008, senza coppe europee di mezzo, venne ceduta una sesta scelta (Bastrini) e ne venne acquistata un’altra (Miglionico), mentre la scorsa estate, partiti Sala e lo stesso Miglionico, è arrivato il solo Bottinelli. L’argentino - ormai è certo - resterà in patria per via dei rinomati problemi burocratici della moglie: Boca Juniors e San Lorenzo sono in prima fila per assicurarsene le prestazioni, Marotta preferirebbe con la formula del prestito. Appurati i guai fisici che attanagliano spesso e volentieri Lucchini e - soprattutto - Campagnaro, urgono allora due rinforzi, un destro e un mancino: gente come Raggi (quasi preso dal Palermo), Cribari (Lazio), Moras (Bologna), Da Costa (Fiorentina) e Rivas (Inter) potrebbe fare al caso doriano.

In tema di effettivi, a centrocampo le cose vanno meglio. Sulle fasce ci siamo: piena fiducia a Pieri e Padalino, a discapito del duo Ziegler-Stankevicius, assuefatto a riserva e nulla più. In mezzo, col nuovo anno, capitan Palombo rientrerà a pieno regime e risolverà parecchi problemi in chiave d’impostazione. Fuori luogo era parso il nome dello svincolato Mutarelli (infatti passato al Bologna) perché Delvecchio, Franceschini e Dessena - seppur a corrente alternata - garantiscono polmoni, dinamismo e qualche gol. Gol che - Stoccarda a parte - sono mancati a Sammarco, un lontano parente di quello ammirato la scorsa stagione. Il baby serbo Krsticic - peraltro operato per una lesione al menisco - è ancora troppo acerbo mentre Bonanni sarà ceduto in Serie B. E allora, a proposito di cadetteria, che ne direste di un ritorno del gioiellino Andrea Poli, oggi in prestito al Sassuolo, oppure di Gaël Genevier, regista francese del Pisa?

Dall’attacco emergono i casi più spinosi. Posto che Cassano non si tocca e che Bellucci ha bisogno di tempo per ritrovare lo smalto di qualche mese fa, rimangono Fornaroli e Bonazzoli. El Tuna - nonostante un fisico poco incline alla battaglia - il feeling con la porta avversaria pare averlo nel sangue, è giovane e merita altre chance: Mazzarri potrebbe buttarlo nella mischia con maggior continuità e potrebbe essere ripagato con gol pesanti (guardalinee permettendo, vedi Derby). Dal canto suo, con tutto il rispetto per il professionista, l’ariete di Asola, all’ombra della Lanterna, ha ormai fatto il suo tempo: cambiare aria (si parla di ChievoVerona e Reggina) gioverà a lui e alla Samp. Al suo posto, se l’atalantino Floccari (richiesto l’estate scorsa, valutato 10 milioni) resta un sogno proibito, uno come Giampaolo Pazzini (Fiorentina) potrebbe rigenerarsi, mentre Pellissier (Chievo), Rocchi (Lazio) e Balotelli (Inter) restano validissime alternative, anche se - per un motivo o per l’altro - difficilmente praticabili.

Non è da escludere poi, l’ingaggio di un trequartista che permetta al tecnico di San Vincenzo l’utilizzo del caro 3-4-2-1. Il vecchio pallino interista Jimenez e il livornese Diamanti i nomi sul taccuino di Marotta, che a gennaio non ha mai fatto sorprese. Sarà questa la volta buona?

Ora però il nome fatelo voi, uno solo, la sorpresa che vorreste nella calza della Befana blucerchiata, indicando il calciatore che vorreste al Doria a gennaio, magari spiegandone la motivazione e l’inserimento tattico. Il più votato sarà eletto come il sogno di mercato dei tifosi sampdoriani: chissà mai che il presidente non vi ascolti…

Federico Berlingheri
(Goal.com, 6 gennaio 2009)

2 commenti:

http ha detto...

Vantaggiato del Rimini, altro che Pazzini

Federico ha detto...

Vantaggiato non va a Parma?
Non è male, ma servirebbe un attaccante già avvezzo alla Serie A, altrimenti saremmo daccapo...