mercoledì 19 marzo 2008

Promossi & Bocciati di Milan-Sampdoria

Mazzarri: Letteralmente tarantolato. Nonostante l’emergenza e il poco tempo a disposizione per preparare la partita, mette in campo una squadra perfetta, che riesce in un’impresa che mancava dai tempi di Eriksson in panca e Mancini in campo. La sua Sampdoria trova infatti la forza di sbancare San Siro dopo più di undici anni di astinenza meneghina, conquistando inoltre la terza vittoria di fila e consolidandosi in piena zona Uefa. Complimenti! Voto 8

Volpi: Monumentale, il Capitano. Rientra causa squalifica di Franceschini, si riprende la fascia - custodita comunque alla grande da Angelino Palombo (da Nazionale. Voto 7) - e le redini del centrocampo biancocerchiato. Gioca divinamente. L’accantonamento degli ultimi tempi sembra averlo rigenerato: oltre alle solite geometrie, corre come mai in sei anni genovesi. Cala alla distanza, comprensibilmente. Voto 7,5

Paloschi: Colpisce come un cobra dal morso letale. Le movenze paiono simili: è lui la spina nel fianco per la retroguardia doriana, l’unico rossonero in grado di rendersi seriamente pericoloso dalle parti di Castellazzi. Sarà anche una nota intonata, il diciottenne di Chiari, ma se la sola nell’ormai bolso concerto di campioni di questo Milan, qualche cosa vorrà pur dire… Voto 7+

Delvecchio: Come l’Asia Argento targata Giovanni Veronesi 1998, Gennaro bacia tutti. Domenica a Marassi era toccato al goleador Palombo, oggi al “Meazza” a Volpi. Per fortuna del Doria, oltre alle dolci affettuosità nelle esultanze, il numero 40 barlettano fornisce una prestazione a tutto campo, cocktail di classe - sì, classe! - e sostanza, prestazione macchiata soltanto dal giallo al momento della sostituzione. Peccato, salterà il Cagliari nel turno prepasquale. Voto 7

Bonazzoli: Il polpaccio duole, ma cresce di gara in gara. Voto 6,5

Pato: Nel primo tempo, più che un brasiliano pare un portoghese: spettatore a sbaffo. S’accende poi nella ripresa, pochi spunti - tra cui il pregevole assist per Paloschi - e troppi voli per le terre. Un po’ pochino. Voto 6-

La difesa di 007 doriani: Capitola solo al 71’, ma Fort Knox regge agli assalti dei Goldfinger ancelottiani. Voto 7,5

Pirlo: Non sarebbe l’ora di farlo rifiatare? Voto 5

Lo staff medico del Milan: Ok, raggiungere la Champions è l’obiettivo primario, ma perché dare il nullaosta a spedire in campo gente come Kakà (fuori dopo neanche dieci minuti. s.v.) , Seedorf (fuori tempo. Voto 4,5) e Jankulovski (vedi sotto), gente in evidente deficit fisico e atletico? Il quesito resta irrisolto. Milan Lab, se ci sei, batti un colpo! Voto 4

Jankulovski: Sulla corsia mancina del Milan si gira il quarto remake de “La Mummia”. Senza accorgersene, il ceco Marek è il protagonista. Voto 4--

Il volo di Castellazzi nel recupero: Sul disperato destro di Gattuso (dal ringhio ammansito. Voto 5,5), la manona di richiamo del verdecerchiato Luca vale tre punti d’oro. Voto 8

Federico Berlingheri
(Goal.com, 19 marzo 2008)

2 commenti:

Riccardo ha detto...

Ciao Federico..
Innanzitutto voglio complimentarmi con te per come scrivi..Ti seguo e spesso leggo i tuoi commenti sulle partite su Goal.com...E poi volevo complimentarmi ANCHE col Doria per le numerose"gioie"che ci sta dando quest'anno(soprattutto contro il Milan)..FORZA DORIA:-) A presto

Federico ha detto...

Ciao Riccardo,
che dire? Grazie per essere passato, per il commento e per i complimenti.
Torna a trovarmi
A presto, F.