mercoledì 23 luglio 2008

Fornaroli si presenta: "Felice di essere della Sampdoria"

GENOVA - Non c’è due senza tre. Dopo il centrocampista Rubén Ariel Olivera - guarda caso sbarcato proprio ieri sull’altra sponda del Bisagno -, 25 presenze nel 2006-07, e il difensore Leonardo Martin Miglionico, 4 apparizioni nello scorso campionato, arriva alla Sampdoria il terzo uruguayano della storia blucerchiata. Il tre è un delantero, un centravanti. Si chiama Bruno Fornaroli, detto El Tuna (il cactus, per via della sua pettinatura sfoggiata quand’era niño), non ha ancora ventuno anni (li compirà il prossimo 7 settembre) ma ha le idee chiare e tutta l’intenzione di invertire la non proprio favorevole tradizione celeste del recente passato doriano. Arriva dal Nacional Montevideo, club dove cominciò a giocare nel 2004 e dove è esploso nell’ultima stagione: 17 le reti messe a segno in 36 gettoni tra Primera División e Coppa Libertadores.

Resta Tuna, anche se ora il capello è liscio e leggermente lungo. Viso pulito, occhi scuri e intensi. La camicia bianca sbottonata lascia intravedere un crocifisso e altri ciondoli d’argento legati ad una catenina dello stesso materiale. I pantaloni sono scuri e abbastanza attillati e mettono in evidenza una muscolatura tosta, da baricentro basso, alla Cassano. Non sembra emozionato.

Nella Sala Doria dello Starhotel President di Brignole, al suo fianco siede Beppe Marotta, che apre la conferenza stampa spiegando i dettagli dell’operazione. “Il ragazzo è stato acquistato a titolo definitivo per 3 milioni di euro - precisa l’amministratore delegato blucerchiato -. Abbiamo però un accordo con il Nacional, una sorta di riconoscimento: in caso di cessione del calciatore, comunque non certo in preventivo, verseremo loro la metà della somma della vendita, meno i 3 milioni da noi sborsati per l’acquisto”.

Formula particolare, questa, frutto della fervida e creativa mente di Marotta, che ha permesso di bruciare la concorrenza di Torino e soprattutto Psv Eindhoven. Niente Toro, niente Olanda. La Sampdoria ha voluto Bruno; Bruno ha voluto la Sampdoria e, grazie all’apporto dell’agente Fifa Vincenzo D’Ippolito, l’affare s’è concluso nel giro di poche ore. Cinque anni di contratto per una cifra che s’aggira intorno ai 300 mila euro più premi presenze e gol da 50 mila euro ciascuno.

E Fornaroli può rendere pubblica la sua soddisfazione: “Chiedo solo di dire una cosa: io sono molto contento di essere della Sampdoria. Credo che sia una società molto seria, una squadra che gioca molto bene a calcio e che ha buoni giocatori; tra questi Cassano, con cui potrò trovare una buona intesa. Ho visto alcune partite in tv in Uruguay e devo dire che mi è piaciuta molto. Qui hanno investito su di me, hanno fatto grandi sforzi e sento addosso una grande responsabilità: per questo lotterò e darò tutto il possibile con la speranza di conquistare un posto in squadra”.

Giocare, questo è il punto, la posizione in campo non rappresenta un problema. “Sono un attaccante - specifica El Tuna -. Mi piace agire centralmente. Ho però giocato sia a destra sia a sinistra e da seconda punta; insomma, su tutto il fronte d’attacco. Dipende da ciò che chiederà il mister, io mi metterò a sua disposizione”. Convinzione sì, ma anche disponibilità. Bruno spiega la sua prima meta italiana: “Il mio obiettivo è quello di entrare in squadra, nel gruppo, e sarebbe bello poter raggiungere un piazzamento in coppa”.

E magari vincere un derby. Quelli montevideani tra il “suo” Nacional e il Peñarol sono particolarmente caldi. “Il derby è derby - spiega Fornaroli -, in ogni parte del mondo. Sono partite che vorresti sempre vincere. Io lo vivo in una maniera speciale, da tifoso. Dall’altra parte ci sarà Olivera? Sinceramente non mi interessa chi giochi contro, a me importa che vinca la Sampdoria”. Vincere e - perché no? - segnare con la maglia numero nove sulla schiena sarebbe un sogno. “Sì - ammette sorridendo -, qualora fosse libera e non la chiedesse nessuno, mi piacerebbe averla”.

Federico Berlingheri
(Goal.com, 23 luglio 2008)

6 commenti:

Anonimo ha detto...

TANTI AUGURI FRATELLINO!
s

Federico ha detto...

Contraccambio, Fratellone!
Grazie,
F.

Lady Cyntia ha detto...

Federico,

Tanti auguri.

Cyntia dal Brasile

Federico ha detto...

Grazie tante Cyntia!
Un saluto,
F.

massi ha detto...

ciao sono massi,ho visto il tuo blog perchè la samp mi è sempre piaciuta come squadra..io sono interista,quindi alla prima giornata già ci si incontra...se vuoi visitare il mio blog,www.massimorinaldi.blogspot.com....ciao ti verrò a trovare sul tuo blog

Federico ha detto...

Ciao Massi,
benvenuto e grazie per essere passato!
Sono contento che la Samp ti piaccia: abbiamo qualcosa in comune...
Comunque, già, ci si incontra-scontra subito. Sono curioso di vedere Mourinho all'opera su una panchina italica e contento che possa esordire proprio a Marassi.
Passerò senz'altro sul tuo blog.
A presto,
F.