mercoledì 21 gennaio 2009

Promossi & Bocciati di Udinese-Sampdoria (Tim Cup)

La Rai: Dopo Sampdoria-Empoli dello scorso 12 novembre, Mamma Rai ha pensato bene di non trasmettere in chiaro un’altra partita dei blucerchiati: quella di questo tardo pomeriggio. Diretta su Rai Sport Più, digitale terrestre e internet. In Liguria però, il segnale digitale del canale in questione ha una copertura bassissima mentre in streaming la tempistica e la qualità hanno lasciato parecchio a desiderare. Perché Rai? Perché queste discriminazioni? Perché fare figli e figliastri? Perché distinguere tra appassionati di Serie A e altri di Serie B? Pagano forse i sampdoriani e gli udinesi un canone inferiore a quello di interisti, juventini, milanisti, romanisti e napoletani? Gli utenti, prima ancora che i tifosi, si aspetterebbero una risposta. Voto 1

Mirante: Rispolverato per l’occasione, si toglie di dosso la naftalina e - soprattutto - quelle remore mentali che lo avevano accompagnato sino ad oggi nell’avventura doriana. Sveglio tra i pali, sicuro nelle uscite, il capolavoro lo firma dagli undici metri: sfiora il primo penalty di Di Natale e annienta quelli di D’Agostino e Pepe. Alla Baglioni: io sono vivo e sono qui. Voto 8

Tissone: Dovrebbe dettare i tempi, ecco dovrebbe… Voto 5

Sánchez: In campionato stenta e balbetta, ma se in patria lo conoscono tutti come Niño Maravilla un motivo dovrà pur esserci. Guizzante, tecnico, imprendibile: il suo repertorio da piccolo fenomeno il fantasista cileno lo sfoggia tutto in un’ora di gioco. Entra in campo nella ripresa e cambia volto alla partita, conquistandosi due rigori - il primo con astuzia, il secondo con scaltrezza - e uccellando sempre il diretto marcatore. Una autentica... maravilla. Voto 7,5

La tenacia di Raggi: Un esordio pulito, senza sbavature. Chiamato alle armi, il Marines di Brugnato indossa elmetto e divisa e dimostra fin da subito di saperci fare. Squalifica di Lucchini e indisponibilità di Campagnaro e Accardi (che iella, out dopo due soli minuti! S.V.) alla mano, nella San Siro nerazzurra ci sarà bisogno di lui. Voto 7

La crisi dell’Udinese: Marino, Marino, Marino, ti vuoi al più presto svegliar… Voto 4

Pazzini: Due presenze, un gol, un rigore realizzato, decine di sponde, una voglia matta - anzi, pazza - di tornare ad essere decisivo. Pazzo? Sì, chi lo critica e non gli dà la fiducia che merita. Voto 6,5

Asamoah: Vent’anni e una corsa fuori dal comune. Alla terza partita in prima squadra, il mediano Kwadwo è l’ultimo purosangue ghanese della scuderia bianconera. Ne sentiremo ancora parlare. Di sicuro. Voto 6,5

I blucerchiati nelle Coppe: Sedicesimi di Uefa agguantati battendo il Siviglia, semifinale di Tim Cup raggiunta liquidando l’Udinese: Vujadin Boskov la chiamerebbe Sampdoria copetera. Voto 8

Federico Berlingheri
(Goal.com, 21 gennaio 2008)

4 commenti:

http ha detto...

Sono d'accordo con te sulle pagelle, Stanke interno mi è piaciuto particolarmente.
Ma come mai di questi tempi Franceschini è così nervoso?

Federico ha detto...

Ciao!
Su Franceschini non saprei; su Stanke concordo, anche a me è piaciuto di più interno, anche a Reggio aveva giocato lì e piuttosto bene.
A presto,
F.
PS. Mi dici come ti chiami così ti saluto col tuo nome? :)

http ha detto...

Giovanni

Federico ha detto...

Ah ok,
non me l'avevi già detto, no?