domenica 7 dicembre 2008

Primavera, l'antipasto di Derby finisce senza gol

GENOVA - Finisce a reti inviolate il preludio mattutino al Derby della Lanterna. Le formazioni Primavera di Sampdoria e Genoa si annullano a vicenda e tornano quindi a pareggiare una stracittadina dopo più di quattro anni (1-1 il 6 novembre 2004), visto che gli ultimi cinque confronti erano stati tutti appannaggio dei blucerchiati (1-0, 1-0, 0-2, 0-1, 1-0).

In campo - Al centro della difesa, Pea preferisce Lamorte a Campanella, in mediana Leto a Fedeli. Davanti Mustacchio e Marilungo appoggiano l’unica punta Ferrari. Chiappino, invece, dà le chiavi del centrocampo a capitan Costantini e si affida alla verve del nazionale azzurro under 17 El Shaarawi (classe ’92). Scotto fa da punto di riferimento offensivo.

Si gioca - Il Genoa parte col piglio giusto, carico e aggressivo, e già dopo un minuto e mezzo riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Fiorillo. Scotto fa da sponda al biondissimo sloveno Lazarevic, la cui conclusione è ribattuta in angolo. Non trova sbocchi, il Doria con lo Scudetto al petto. Marilungo prova a cambiare marcia, fa ammonire Costantini e Signorini, ma viene puntualmente raddoppiato e quando sta per approfittare di un’indecisione di Lamanna (16’) è fermato sul più bello. Bello lo spunto di El Shaarawi al 26’: l’ala di origine egiziana ruba palla a un distratto Patacchiola, s’invola verso l’area doriana, elude l’intervento di Lamorte, spara verso la porta, Fiorillo, però, chiude in corner. Da un altro tiro dalla bandierina (35’) nasce un altro sussulto, ancora grazie a El Sharaawi, che, al volo, dal limite, alza troppo la mira. Al rientro in campo è ancora Grifone, più intenso e combattivo: Costantini ci prova dalla distanza (54’) e poi su punizione (56’), ma Fiorillo è attento in entrambi gli interventi. Attento anche Lamanna al 59’, costretto in corner da un beffardo cross dalla destra di Grieco. Dall’angolo che ne deriva, i blucerchiati chiedono un fallo di mano, il lucchese Liotta fa proseguire. A parte qualche altro giallo e un colpo di testa di Lamorte su punizione di Donati (62’), tutto procede senza sussulti fino al triplice fischio: pari giusto.

La chiave - La tramontana che spira sull’impianto genovese della “Sciorba” e le tutt’altro che perfette condizioni del prato non facilitano il possesso-palla né trame di gioco particolarmente efficaci. A risentirne è l’estetica del match e la sostanziale latitanza di occasioni nitide.

La chicca - Se in campo si sprecano azioni convulse e cartellini gialli, l’atmosfera che si respira tra il pubblico sugli spalti fa da acceso e gustoso antipasto al piatto forte della serata. Goliardia, sfottò e cori di scherno: l’appuntamento è a Marassi, ore 20,30. Con lo stesso spirito e la stessa sportività.

Top&Flop - Costantini è il faro del centrocampo rossoblù, Donati e Leto faticano non poco a contrastarlo. El Shaarawi è il migliore nel primo tempo, ma si spegne nel corso del secondo al pari di Lazarevic. Male Patacchiola, sostituito nell’intervallo da un discreto e concentrato Perazzo.

Federico Berlingheri

Tabellino

Sampdoria-Genoa 0-0

Sampdoria (3-4-2-1): Fiorillo 6,5; Patacchiola 5 (46’ Perazzo 6), Lamorte 5,5, Marconi 6; Grieco 5,5, Donati 5, Leto 5,5 (88’ Muratore s.v.), Pondaco 6; Mustacchio 5, Marilungo 6; Ferrari 5,5 (75’ Di Leva 5,5). All. Pea 5,5

Genoa (4-2-3-1): Lamanna 6; D’Alessandro 6,5, Signorini 6, Bendjemia 6,5, Rondinara 6; Cofie 6, Costantini 6,5; Ferraro 5,5 (63’ Di Nunzio 5,5), Lazarevic 6 (92’ Romero s.v.), El Shaarawi 6,5; Scotto 6 (81’ Parodi s.v.). All. Chiappino 6

Arbitro: Liotta di Lucca 6

Ammoniti: Costantini, Signorini, D’Alessandro, Grieco, Cofie, Lamorte


(Goal.com, 7 dicembre 2008)

2 commenti:

http ha detto...

Ciao Federico, spriamo che il derby primavera non ripeta lo stesso risultato di quello di stasera.

Senti ti va di fare uno scambio di link e uno scambio di commenti?
Quando vengo e lascio un commento nel tuo blog tu fai lo stesso e vice versa, il link è
http://serieaitalian.blogspot.com/

Federico ha detto...

Ciao,
purtroppo non lo ha ripetuto, anche se un pari sarebbe stato il risultato più giusto.
Lo scambio di link lo faccio volentieri, sui commenti non ti assicuro nulla perché il mio tempo è quello che è.
A presto,
F.